Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Come fare un passaggio di proprietà auto veloce e sicuro

Passaggio di proprietà auto sicuro e veloce? Si può! Scopri dove effettuarlo, quali documenti sono necessari, le sanzioni e i costi.
come fare un passaggio di proprietà auto

Come fare un passaggio di proprietà auto: i documenti necessari

Il passaggio di proprietà auto è l’atto che consente il trasferimento del mezzo da un privato all’altro. Insieme al pagamento del bollo, immatricolazione/re-immatricolazione e rilascio duplicati, questo atto rientra nelle pratiche automobilistiche. Con il passaggio di proprietà sono regolarizzati i dati nel Certificato di Proprietà e negli archivi del PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

Di seguito trovi la lista dei documenti che devi portare con te per il passaggio di proprietà dell’auto:

Con Certificato di Proprietà (cartaceo e digitale)

Il Certificato di Proprietà (Cdp) è il documento rilasciato dal Pubblico Registro Automobilistico (PRA) che attesta la proprietà giuridica del veicolo. Fino al 2015 veniva rilasciato in forma cartacea; nell’ottobre 2015 viene introdotto il certificato digitale.

Grazie al Certificato di Proprietà tutte le operazioni sono semplificate: puoi procedere subito all’atto di vendita. Quest’ultimo si svolge in tre forme:

La dichiarazione può essere redatta dietro il certificato oppure, in alternativa, usando il modulo NP3C per il passaggio di proprietà auto.

Novità 2018: il documento unico di circolazione e proprietà

Il decreto legislativo n.98 del 2017 ha stabilito l’introduzione di un documento unico di circolazione e proprietà per automobili, motoveicoli e rimorchi. Questo documento, o foglio unico, sostituirà così il libretto di circolazione e il certificato di proprietà, unendoli.

La disposizione, pensata per essere attuata da luglio 2018, non è ancora in vigore: si pensa che diventerà effettiva dal gennaio 2019.

Dove fare il passaggio di proprietà

Per il passaggio auto hai diverse possibilità: puoi ad esempio rivolgerti alla Motorizzazione o al PRA (Pubblico Registro Automobilistico).

La via più comoda e veloce è quella di affidarsi a un’agenzia con Sportello Telematico dell’Automobilista (STA), che ti supporterà in tutti i passaggi burocratici.

Al PRA: la via più lunga

Dopo aver firmato i documenti e concluso l’atto di vendita, hai a disposizione 60 giorni di tempo per recarti al PRA. Qui potrai effettuare l’aggiornamento del libretto e del certificato di circolazione con i dati del nuovo proprietario.

Se decidi di rivolgerti al PRA, devi considerare che l’ufficio più vicino è probabilmente a decine di chilometri di distanza e che quasi certamente dovrai affrontare lunghe code.

Svolgendo tutte le operazioni di trapasso in agenzia, hai la sicurezza che gli archivi vengano aggiornati, senza doverti recare tu di persone agli uffici del PRA.

In un'agenzia con STA: procedure rapide

Rivolgendoti a un’agenzia con Sportello Telematico dell’Automobilista (STA) hai supporto non solo nel passaggio di proprietà, ma anche in tutte le altre fasi della compravendita. Ad esempio puoi controllare che il veicolo non sia sottoposto a fermi amministrativi, ipoteche o altri vincoli che limitano la circolazione. Vengono inoltre fatte tutte le verifiche riguardanti le tasse automobilistiche.

In agenzia il venditore e l’acquirente si scambiano il consenso alla compravendita del veicolo. Poi viene sottoscritto l’atto di vendita e le firme vengono autenticate (gratuitamente). In seguito è obbligatorio registrare l’atto sia presso la Motorizzazione (che aggiorna la Carta di circolazione) sia presso il PRA (che emette un nuovo certificato di proprietà digitale)

In un’agenzia pratiche auto con STA si possono concludere le procedure in tempo reale. Ti garantiamo il rilascio a vista dei documenti definitivi e l’aggiornamento automatico negli archivi del PRA e della Motorizzazione Civile. Ti possiamo aiutare anche con il passaggio di proprietà di auto storiche, in caso di eredità o di auto cointestata.

Non registrare il passaggio: le sanzioni in cui incorri

Non registrare il passaggio (aggiornando il libretto e il certificato di proprietà) comporta sanzioni monetarie e il ritiro della carta di circolazione. È l’articolo 94 del codice dalla strada (consultabile sul sito del MIT) a stabilire le multe.

L’articolo afferma che chi non osserva le disposizioni in vigore “è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 712 a € 3.558”. Se circoli con un veicolo privo di una carta di circolazione e certificato di proprietà aggiornato o rinnovato, incorri in una sanzione del pagamento di una somma da euro € 356 a € 1.778.

Inoltre, finché il passaggio di proprietà non viene registrato, il precedente proprietario risulta ancora intestatario del veicolo.

Quanto costa il passaggio di proprietà auto?

I costi per il passaggio di proprietà auto si diversificano in base a delle variabili. La più importante è l’Imposta Provinciale di Trascrizione (IPT): nel caso delle auto viene calcolata in base alla potenza (kW). Sotto i 53 kW l’imposta è fissa.  

A questa vanno sommati emolumenti, imposta di bollo e l’aggiornamento della carta di circolazione.

Scegli un passaggio di proprietà facile e sicuro
Vieni da noi!

Da Enzo Autoscuola, agenzia pratiche auto a Bergamo
potrai svolgere le procedure per il passaggio di proprietà di auto, moto e altri mezzi.
Clicca sulla sede per scoprire gli orari di ufficio e i recapiti.

Potrebbero interessarti anche

guida con il cellulare

Guida con il cellulare: cosa dice la legge e quali sono le sanzioni

Cosa dice la legge: l’articolo 173 del CDS La normativa sull’uso del cellulare in macchina è regolata dal comma 2 dell’articolo 173 del Codice della Strada (consultabile sul sito dei MIT, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti). Quest’articolo, infatti, afferma che: « 2. È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi

Leggi Tutto »
Torna su
Logo Enzo Auotscuola

Nuovi corsi da Febbraio 2023

04/02/2023 Corso per attrezzature da lavoro (muletti, escavatore etc)

Febbraio 2023 in partenza un corso rinnovo CQC